29 anni + 7 social e sentirli tutti

Da sette anni festeggio il mio compleanno anche su Facebook. Si, suona strano ma è inutile negarlo: se il rapporto con esso si imposta in maniera trasparente, un social diventa parte integrante della nostra vita e, come tale, specchio quasi fedele della stessa.

In realtà non volevo parlare del ruolo dei social network nella vita di tutti i giorni, riflettevo piuttosto su un dato: in trentasei anni di vita non ho mai fatto così tanti auguri di quanti ne abbia fatti in sette anni di Facebook.

Perchè, per chi come me vive un brutto rapporto con le date e con gli avvenimenti da ricordare, Facebook è un grande amico: oltre a mostrarti puntualmente una marea di cose di cui faresti volentieri a meno, ti ricorda anche giornalmente chi fa il compleanno, te lo mostra più volte al giorno e ti conduce passo passo lungo il percorso che alla fine ti porta a farglieli, sti auguri.
E se proprio non ti ostini a ignorarlo, in questo senso ti torna utile. Molto utile.

Il risultato è abbastanza paradossale però: per certi versi il gesto giornaliero di fare gli auguri ad un contatto che altro non è che un mezzo conoscente può (perchè non sempre lo è) risultare meccanico, freddo, quasi automatico. Per altri versi invece, nel giorno del proprio compleanno ci si sente travolti da una marea di piccoli regali che cambiano completamente la percezione: improvvisamente senti o pensi che chiunque ti stia scrivendo lo stia facendo perchè ha piacere a farlo e non solo perchè è Facebook a ricordarglielo.

C’è chi continua a telefonarti, chi a mandarti un messaggio e chi invece ti inonda il profilo di auguri, più o meno sentiti, più o meno pensati.

Da quando vivo questo strano e piacevole fenomeno ho sempre tentato di rispondere a chiunque mi avesse dedicato un minuto del suo tempo, meccanico o no, perchè penso che quel minuto avrebbe potuto dedicarlo a mille altre cose e invece lo ha regalato a me.

Il titolo è volutamente “forte”, 36 anni (29 + 7) e si sentono tutti, nel bene e nel male. In questo caso, essendo un discorso molto virtuale e social-oriented, sono tutti nel bene, almeno gli ultimi 7.

E niente, ho pensato che dedicarvi queste piccole righe fosse il minimo per ringraziarvi…

T.

www.totoventi.it | Tutti i diritti sono riservati